“User Experience Design è il processo di aumentare la soddisfazione e la fedeltà del cliente migliorando l'usabilità, la facilità d'uso e il piacere fornito nell'interazione tra il cliente e il prodotto. La progettazione dell'esperienza utente comprende la tradizionale progettazione interazione uomo-macchina e la estende indirizzandosi a tutti gli aspetti del prodotto o del servizio come percepito dagli utenti. L'esperienza utente è qualsiasi aspetto di un'interazione della persona con un dato sistema IT, includendo l'interfaccia, la grafica, la progettazione industriale, l'interazione fisica e manuale.”

Wikipedia docet. E’ questa la definizione ufficiale di UX Design, la buzzword più mainstream del momento in ambito digital insieme all’analogo concetto di “User/Human Centered Design”.

Ma cosa sta dietro a tutto questo? Perché oggi quando si parla di progettazione e sviluppo di una portale web, si deve necessariamente affrontare anche questa tematica fino a qualche anno fa quasi ignorata?

Da persona “non tecnica”, ma curiosa e appassionata di nuove tendenze (che poi non sono neanche tanto nuove), ho voluto approfondire l’argomento per capirne di più e ho scoperto che in realtà dietro a tante definizioni e spiegazioni accademiche c’è un concetto semplice e molto chiaro. Ma soprattutto ho scoperto che lo user experience design è intorno a noi, sempre e da sempre.
Lo studio e la progettazione di prodotti e servizi fatta secondo logiche di usabilità, ovvero pensando ad un semplice utilizzo da parte dell’utente finale, è alla base di tutte le logiche di mercato.
Poi ho ripensato alle parole di Steve Jobs “Design is not just what it looks like and feels like. Design is how it works“. Ed è proprio questo il punto.


Credits blonde.net

Tu puoi progettare un prodotto dal design perfetto, ma se poi non funziona stai pur certo che nessuno lo userà mai.
Lo stesso discorso vale per i portali web, anzi soprattutto per i portali web che sono sempre di più la nostra interfaccia con il mondo.
Per questo motivo è sempre più importante progettare la Digital User Experience con un approccio multidisciplinare in grado di analizzare tutti gli aspetti che ruotano attorno ad una piattaforma web nel momento in cui si interfaccia con un utente.
Secondo questa logica mi piace pensare che chi si occupa di UX Design sia quindi in primis un ascoltatore, un osservatore attento in grado di tradurre ciò che gli utenti desiderano per la loro personale “esperienza”, tenendo conto di molteplici aspetti come usabilità, interfaccia, efficienza, linguaggio, comunicazione, contenuti, emozioni, ecc.

Anche nella vita reale tutti noi tracciamo ogni giorno le nostre personali “esperienze d’uso”quando utilizziamo prodotti/servizi e lo User Experience Design fa sì che tali esperienze siano il più possibile semplici, piacevoli e soddisfacenti! Qualche esempio?


Credits quora.com


Credits medium.stfi.re


Credits Pinterest


Credits medium.com


Credits uxmag.com

Teresa Dallera
Teresa Dallera
Marketing & Communication Manager

Leggi anche

I contenuti prima di tutto
Il futuro che guida il presente
World Information Architecture Day 2017

I nostri numeri

80+
Professionisti
20+
Anni di esperienza
200+
Progetti realizzati
50+
Clienti attivi

I nostri clienti

Hai un progetto da raccontarci?

Contattaci